NewsEditorialeSerie A

TS- Furia Allegri: “E vogliono giocare nella Juve”

TS- Furia Allegri: “E vogliono giocare nella Juve”

L’edizione odierna di Tuttosport apre col virgolettato di Max Allegri. L’allenatore toscano, ripreso da un tifoso al termine di Juve-Milan, ha esclamato la frase “e questi vogliono giocare nella Juve”. Frustrazione e rabbia che identificano il momento difficile dei bianconeri.

Non si sa con certezza a chi era riferito, forse in generale, ma la frase è dura e diretta. Le parole su Chiesa De Ligt erano già un segnale. I tifosi bianconeri, però, non danno tutti ragione ad Allegri. Una Juve giovane deve ripartire dai valori del club bianconero, ma giocatori strapagati e già esperti devono fare la differenza. Per questo, la frase di Max può essere rivolta a tutta la squadra. Dai vari Rabiot Bentancur, ai giovani Kean Kulusevski, i quali, subentrati, non hanno inciso minimamente nella partita.

Altri retroscena

Spuntano altri retroscena. Dopo il triplice fischio Allegri si è presentato in ritardo ai microfoni. Il motivo è per dei litigi nello spogliatoio. Un diverbio acceso tra Szczesny Rabiot che discutevano sul goal preso su tutti. Insomma, clima teso in casa Juve che domani deve assolutamente vincere a La Spezia. La furia di Allegri in casa Juve può essere, o meglio, deve essere uno stimolo forte per i giocatori che devono prendersi la responsabilità di giocare e onorare la maglia. Agnelli ha ripreso Max alla guida proprio per questo ed era palese che si trattava di un duro e difficile lavoro. Deve partire tutto dalla testa dei giocatori.

Il campionato è lungo, anche se meno dieci dalla vetta non sono pochi, ma la Juve deve pensare passo dopo passo non vedendo chi è in testa, come ha dichiarato Danilo nel post partita. Questo a partire da subito, la Juve non è nuova di queste situazioni, ci vuole gruppo, unione e carattere. I bianconeri possono uscirne e la frase di Allegri deve essere uno stimolo ad hoc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *