Lazio-Juve, lo stato di forma dei biancocelesti

Lazio-Juve è l’anticipo di sabato alle 18, valido per la 13^ giornata di Serie A. A tre giorni dalla sfida dell’Olimpico tra Sarri e Allegri, come arrivano i biancocelesti al big match? E cosa sappiamo delle scelte di formazione?

In classifica, la Lazio è quinta con 21 punti, 3 in più dell’ottava forza, cioè la Juventus. Con 19 gol subiti, ha la peggiore difesa delle prime otto, mentre ha un ottimo attacco (25 gol fatti), il terzo della Serie A dopo Inter e Milan. Dopo la disfatta contro l’Hellas Verona (4-1), i biancocelesti hanno vinto con Fiorentina e Salernitana, rimediando tra i due successi un buon pareggio contro l’ Atalanta.

L’obiettivo per il club capitolino è insidiare Inter ed Atalanta, terza e quarta, centrando la terza vittoria consecutiva a Roma. La squadra di Sarri è in fiducia grazie all’apporto realizzativo di Felipe Anderson, la fantasia di Luis Alberto e l’intramontabile Pedro  ma uno dei suoi giocatori migliori potrebbe non scendere in campo, lasciando un vuoto in attacco,

Lazio- Juve, i dubbi di formazione

Maurizio Sarri punterà sul modulo 4-3-3 ma le scelte sui nomi degli 11 titolari non sono ancora definitive. Una certezza, l’assenza di Marusic causa positività al Covid-19 ma a preoccupare è la situazione Immobile.

L’allenatore toscano, infatti, vorrebbe recuperare l’attaccante azzurro ma è incerto il suo rientro. Il bomber sta svolgendo continui esami al polpaccio, provando a forzare il recupero ma il rischio ricaduta è concreto e dietro l’angolo. Se giocherà o meno, lo sapremo tra domani e venerdì. In alternativa, sono pronti Pedro o Felipe Anderson come falsi nueve. Sarà sicuramente della partita, invece, Manuel Lazzari. Il terzino si è ripreso dalla lesione rimediata col Marsiglia in Europa League e giocherà sulla fascia destra con Hysaj a sinistra. A centrocampo, è in grande ascesa Danilo Cataldi con Milinkovic Savic e Luis Alberto.

I precedenti e l’arbitro

La Lazio nelle ultime 16 partite in casa con la Juve ha sempre preso gol, solo due sono stati i risultati positivi in Serie A nel confronto con i bianconeri. L’anno scorso, era l’8 di novembre, Lazio-Juventus finì 1-1 con gol di Ronaldo e pareggio di Caicedo a tempo scaduto.

Ad arbitrare la gara di sabato pomeriggio sarà, per la prima volta in carriera, l’arbitro Di Bello della sezione di Brindisi, come assistenti Bercigli e Berti, Banti al VAR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *